chi siamo

Cisl Lombardia

La Cisl Lombardia e la FNP Cisl Lombardia hanno voluto a realizzare uno strumento per favorire la diffusione dell’informazione, l’aggiornamento delle conoscenze del gruppo dirigente e delegati in materia di welfare lombardo.

Ogni giorno incontriamo persone iscritte alla nostra organizzazione, lavoratrici, lavoratori, pensionati, che esprimono bisogni individuali, ma anche attinenti a tutti i componenti la propria famiglia quali la cura dei figli, dei familiari con fragilità, degli anziani.

La situazione di crisi degli ultimi anni ha evidenziato l’emergere di nuovi bisogni legati alle nuove condizioni di fragilità economica e sociale delle famiglie e dei pensionati, ma ha anche portato all’attenzione la necessità di rafforzare l’integrazione proprio tra i diversi sistemi, che compongono il modello di welfare lombardo.

La complessità che spesso si deve affrontare nel comprendere i percorsi da attivarsi sul territorio, per trovare le adeguate risposte alle necessità, anche in relazione ai diversi soggetti istituzionali, quali ad esempio la Regione, l’Asl, il Comune, l’Inps, in considerazione della diversa titolarità degli interventi, ci ha sollecitato a provare a realizzare una guida per meglio orientarsi e più agevolmente indirizzarsi alla risoluzione dei problemi.

Per questo abbiamo voluto dare un aiuto ai nostri dirigenti e delegati con uno strumento informatico, un portale dedicato al welfare del territorio lombardo, che verrà costantemente aggiornato, e che permetta di offrire informazioni e indicazioni utili alle persone, secondo quel principio di sussidiarietà, che deve consentire di individuare risposte il più vicino possibile alle espressioni del bisogno.

La logica di presentazione ed i temi che abbiamo scelto di affrontare assumono a riferimento i bisogni della famiglia, in relazione alle diverse condizioni di vita dei suoi componenti.

In un contesto in cui i sistemi di welfare sono fortemente sollecitati a rivedere i propri confini di protezione, sia per vincoli economici, sia per l’emergere di nuovi bisogni, per effetto dei mutamenti produttivi ed occupazionali, dei cambiamenti demografici, dei flussi migratori, riteniamo che la famiglia ed i suoi componenti siano da tutelare, sostenere. La famiglia si conferma un valore ed una risorsa che concorre ad assicurare coesione sociale nelle comunità, nei territori.

Stante gli impegni che i suoi componenti devono affrontare nel corso delle diverse fasi della vita, è necessario che i diversi soggetti istituzionali, pubblici e privati, del terzo settore e dell’associazionismo, del volontariato e del no-profit, secondo un principio di sussidiarietà, e co-operazione, promuovano interventi di sostegno ed inclusione attiva, attraverso sistemi di rete e relazioni di prossimità e solidarietà da svilupparsi nel territorio.

Il portale, a disposizione del gruppo dirigente, vuole quindi rappresentare uno strumento che possa concorrere, ad integrazione del complesso sistema dei servizi della CISL, a qualificare l’azione sindacale delle strutture, delle Ust, della Fnp, delle categorie impegnate nella promozione sociale in tema di welfare, attraverso la contrattazione territoriale e aziendale, ed i servizi di segretariato sociale organizzati nei territori.              

Paola Gilardoni – segretario Cisl Lombardia

FNP Lombardia

Il continuo e progressivo invecchiamento della popolazione, unito ad alcune delle più evidenti trasformazioni socio economiche in atto, si evidenziano sempre più anche in Lombardia. Gli ultra sessantacinquenni residenti nella nostra regione erano 1.645.961 nel 2002, divenuti poi 2.162.900 nel 2015  con un indice di vecchiaia passato da 138,0 del 2002, a 152,6 per il 2015.

Se è pur vero che invecchiare non è una malattia, è ben noto che le condizioni di vita delle persone in età anziana, i loro bisogni socio assistenziali e quelli delle loro famiglie, si impongono come potente fattore di costante verifica e ripensamento degli attuali assetti di welfare.

Lo stato di crisi che stiamo attraversando, ha contribuito a ridurre la capacità delle famiglie di far fronte ai bisogni e quindi è cresciuta la richiesta di interventi, sollecitando conseguentemente maggiori risposte.

Lo scarto tra una domanda di servizi in espansione e una offerta pubblica che con affanno assicura risposte soddisfacenti, è generalmente colmato dalla famiglie, dalle reti parentali o dal volontariato aumentando, nel contempo, le difformità dei livelli di prestazioni e la disomogeneità fra i territori. Ciò ha imposto una maggiore esigenza di conoscenza delle prestazioni erogabili, dei requisiti, delle modalità di accesso e di utilizzo in un quadro istituzionale notevolmente frammentato e in periodico cambiamento.

Per questo scopo è stato predisposto l’allegato “vademecum” come strumento informatico, rapidamente e facilmente consultabile e periodicamente aggiornabile. A disposizione (per ora) solamente del gruppo dirigente territoriale, degli agenti sociali e dei responsabili delle Rappresentanze Locali Sindacali R.L.S., il presente vademecum è una utile mappa per ordinare i bisogni e comprenderne lo stato di copertura e soprattutto per rispondere con competenza e cognizione a quanti si rivolgono alle nostre sedi e degli sportelli di segretariato sociale. Infine il vademecum sarà anche un utile supporto per la contrattazione sociale che la Fnp, unitamente alla Cisl, sviluppa con le Amministrazioni Comunali e più in generale con gli enti locali lombardi. La Segreteria FNP Cisl Lombardia